ll Beach Rugby approda sulle spiagge italiane agli inizi degli anni ’90.
Divertente sia da giocare che da vedere il Beach Rugby favorisce velocemente la nascita spontanea  di tornei sui litorali di tutto il Paese che si ripetono estate dopo estate, in particolare a Jesolo, Venezia Lido, Rimini e Catania.
Il grande successo di movimento sportivo e attrazione di pubblico riscosso dai primi tornei di Beach Rugby in Italia inizia a far riflettere gli organizzatori sull’opportunità di adottare una regia sportiva unica con l’appoggio della F.I.R. – Federazione Italiana Rugby e un regolamento di gioco ufficiale. I primi a promuovere l’idea di un ‘comitato nazionale’ che coordinasse tutti i vari tornei italiani sono gli organizzatori di Lignano, Trieste e Genova